Quanto contano le dimensioni nella scelta dei piani di cottura: info e modelli da valutare

Scegliere i piani cottura vuol dire valutare diversi aspetti sia della propria abitazione che per quel che riguarda l’utilizzo che se ne vuole fare e la preferenza in merito ai materiali utilizzati. Un insieme di fattori che risultano essere realmente importanti per scegliere il prodotto migliore per la propria famiglia. Ma in tutto questo le dimensioni quanto contano? Vediamolo insieme.

Tipologie di piani cottura

La prima distinzione che è possibile fare tra i piani cottura è quella in base al materiale di cui sono composti e la modalità con cui il calore si propaga. Mi spiego meglio. Si possono suddividere i piani cottura in:

  • a gas;
  • a induzione;
  • in vetroceramica;
  • elettriche

I piani cottura a gas sono i più diffusi nonostante non offrano gli stessi vantaggi del piano ad induzione, ad esempio. Questi permettono di regolare la fiamma al di sotto del tegame che si utilizza per la cottura del cibo, in modo tale da procedere in maniera differente in base all’alimento che si sta cucinando.

I piani cottura a gas più moderni offrono anche una valvola di sicurezza, la quale evita il passaggio del gas non caso in cui la fiamma si spenga accidentalmente. Peccato che spesso questa tipologia di piano cottura non risulta molto semplice per la pulizia soprattutto per quel che riguarda i modelli in acciaio che sui quali possono rimanere degli aloni.

Completamente differenti sono invece i piani ad induzione semplici da pulire perchè si scaldano solo al di sotto del tegame, mentre la zona intorno resta fredda e senza incrostazioni. Lo stesso vale per le piastre in vetroceramica che non hanno dei magneti ma selle resistenze. Mentre le piastre elettriche sono perfette per un utilizzo sporadico, per via del consumo di energia elettrica.

Le dimensioni

In commercio è possibile trovare piani cottura di diverse dimensioni che rispondono a esigenze differenti sia di spazio che di utilizzo. Sarà possibile reperire piastre piccole a fuoco singolo, altre di misura media con i classici 4 fuochi che si trovano in genere in tutte le abitazioni ed infine quelle di grandi dimensioni.

I piani cottura di grandi dimensioni rispondono alle esigenze sia di chi ha grandi cucina da arredare, che a quelle di chi le utilizza professionalmente. La loro misura va dai 70 cm fino ad arrivare ai 90 cm e generalmente permettono di avere 6 postazioni di cottura, perfette per le preparazioni più articolate.

Piani cottura singoli

I piani cottura dotati di una singola piastra possono essere a gas, come quelli spesso utilizzati in campeggio, elettrici che a volte possono essere utilizzati come soluzione di emergenza. Molto utilizzati sono i piani ad induzione singoli o quelli in vetro ceramica.

Distingueremo dunque tra i piani ad induzione singoli, fissi e quelli portatili. Per quel che riguarda i fissi, essi permettono di installare postazioni di cottura in diverse zone della cucina, o in alternativa possono essere la scelta giusta per chi ha spazi piccoli e deve riuscire ad organizzare la propria cucina in maniera efficiente.

Lo stesso vale per i piani cottura singoli portatili che possono essere utilizzati e poi riposti all’interno di un mobiletto. In questa maniera anche chi ha spazi ridotti può sfruttarli in maniera diversa, un piano cottura diventa un piano di appoggio in maniera molto semplice.

Tra i piani cottura singoli ci sono poi quelli definiti “professionali” tali prodotti sono perfetti per tutti coloro che hanno un bar, una caffetteria, una gelateria o qualsiasi altra tipologia di locale e vuole implementare il proprio lavoro ed offrire al proprio cliente un prodotto nuovo, che altri non fanno. In genere questa tipologia di piano cottura è a induzione. Questo perchè i piani ad induzione permettono una cottura dei cibi estremamente veloce, ottima per i tempi ristretti che si hanno nei locali pubblici.

Piani cottura grandi

Per quel che riguarda i piani cottura di grandi dimensioni, essi si adattano a chi invece ha innanzitutto molto spazio per posizionarli e ha una famiglia numerosa o ama organizzare cene tra amici. Spesso quando si invita qualcuno a casa si tende a preparare pietanze da forno, che impegnano pochi fornelli e offrono una soluzione estremamente pratica. Ma se invece dei classici 4 fornelli se ne avessero a disposizione 6.

Più spazio sul piano cottura permette di dare libero sfogo alla propria fantasia in cucina e preparare ottimi manicaretti. Spesso i piani cottura di grandi dimensioni hanno un fuoco di dimensioni o di forma differente dagli altri, per permettere di cucinare in casseruole ovali, ottime per preparazioni particolari. In altri casi invece, i piani cottura di grandi dimensioni associano diverse tipologia di funzionamento, alcuni ai fuochi a gas aggiungono una piastra elettrica, altri invece hanno la funzione barbecue con una piastra studiata per la cottura della carne e non solo.

Ovviamente la scelta dipende molto dallo spazio che si ha a disposizione, ma anche dalla tipologia di utilizzo che si vuole fare del piano cottura.

Nata a Torre del Greco in provincia di Napoli il 24 settembre 1990, dopo il diploma al Liceo delle Scienze sociali la mia istruzione ha subito una virata verso la Facoltà di Economia, che ho abbandonato a 6 esami dalla laurea, ma che prima o poi finirò. Amante della scrittura e della lettura, ho intrapreso la mia carriera da Copywriter quando aspettavo il mio gioiello Lorenzo Maria e da allora non ho fatto altro che studiare e migliorare nel mio campo.

Back to top
menu
miglioripianicottura.it