Piano di cottura o fornelli: cosa scegliere? Confronto e differenze. Valutazioni per l’acquisto

Piano cottura o fornelli? Induzione o gas? L’eterno dilemma, in genere la scelta deve essere fatta in base alle proprie esigenze, ma senza dimenticare alcune caratteristiche di uno dell’altro.

Vediamo allora come scegliere e quali sono i pro e i contro di ognuno.

And the winner is…

Innanzitutto dicci cosa preferisci tu e noi ti diremo cosa fa per te! Sembra antico ma alcuni piani cottura funzionano ancora con la bombola del gas e non con il gas di città. Se abiti in un palazzo antico e devi fare le scale ogni giorno, dammi retta, scegli il piano cottura ad induzione.

Ma a prescindere da questi aspetti pratici, che non sono certo di poco conto, devi anche valutare quanto cucini, di quanti fuochi hai bisogno, di quanto tempo hai per cucinare e il costo dell’energia elettrica piuttosto che del gas.

Ad ogni modo, noi adesso ti descriveremo entrambe le tipologie e poi ti diamo dei pratici consigli, così potrai scegliere.

I fornelli: caratteristiche

Gli chef preferiscono i piani a gas e non dar retta ai programmi tv di cucina…gli ambienti professionali sono tutta un’altra storia.

Il gas ti permette di controllare la fiamma e inoltre non sono richieste pentole o padelle speciali.

Insomma i fornelli con fiamma viva si adattano a un numero maggiore di preparazioni e probabilmente è proprio questa la loro arma vincente.

Piano cottura

Altra storia sono i piani cottura ad induzione che scaldano in maniera molto veloce e offrono un controllo della loro potenza solo parciate.

Senza alcun dubbio si tratta di una tipologia di prodotto che risulta molto semplice da utilizzare ma anche sicura in quanto se la pentola non è poggiata sul piano la piastra non scalda e non si rischia di bruciarsi. Peccato per l’esigenza di pentole apposite con un fondo magnetico.

Come comparare fornelli e piani cottura

Quando si parla di fornelli e di piani cottura ci si riferisce a due tipologie di prodotto completamente differenti tra loro.

La comparazione può non sembra semplice anche se ci sono dei parametri che senza dubbio per te sono importanti e che nella scelta terrai in considerazione:

  • semplicità di pulizia;
  • consumo energetico;
  • il metodo più utilizzato ed apprezzato.

Vorremmo a questo punto approfondire questi aspetti ed offrirti una visone completa.

Piano cottura vs fornelli: la pulizia

La pulizia del piano cottura a induzione è molto semplice in quanto è sufficiente uno straccio inumato con acqua tiepida e sarà perfettamente pulito. Il suo restare scaldare solo nell’area sottostante alla pentola e il restare fredda il resto della superficie, ti permetterà di non avere cibo che si incrosta sulla superficie e questo non fa altro che favorire le azioni di pulizia.

Altro discorso per i fornelli che obbligano a una procedura di pulizia non solo più lunga ma anche più macchinosa.Questo perché innanzitutto vanno tolte le griglie e i bruciatori che devono essere lavati, sciacquati ed asciugati a parte.

Discorso a parte meritano poi le manopole che nelle procedure di pulizia spesso si staccano e si rischia anche di girarle accidentalmente, cosa che non succede con i comandi touch dei piani cottura ad induzione.

Consumo energetico

Altro aspetto molto importante è il consumo energetico. Il piano cottura ad induzione inizia a funzionare con la corrente elettrica che circola attraverso una bobina in rame posizionata sotto il piano. Il calore è generato dalle onde elettromagnetiche più che dalla elettricità stessa. Questo riduce molto il consumo energetico soprattutto se si considera che non vi è dispersione di calore che si concentra tutto sulla padella.

Diverso il funzionamento dei fornelli a gas in cui un bruciatore si collega alla valvola del gas agganciata alla linea del gas principale. Avviato il bruciatore, la valvola si apre in modo tale che il gas entri e si combini con l’ossigeno per creare la miscela combustibile.

Nonostante tu possa controllare la temperatura in maniera specifica la cottura a gas è meno efficiente per quel che riguarda il consumo energetico.

Piano cottura e fornelli: il più diffuso

I fornelli sono la tipologia di modalità cottura più diffusa, i piani cottura ad induzione si stanno prendendo la loro fetta di mercato, anche grazie alla comune tendenza alla sostituzione degli elettrodomestici. I piani a induzione con la loro efficienza hanno la  capacità di non alterare i cibi si stanno facendo spazio.

Se vogliamo allargare la visione a un livello globale è curioso sapere come la Francia abbia la quota maggiore di piani cottura a induzione venduti di tutta Europa, mentre il Giappone ottiene il primato mondiale. In Italia questo mercato è in espansione come in India, Cina e Australia.

Ricordiamo ancora una volta però, che a livello professionale, vengono preferiti i fornelli che sono maggiormente commendabili e adattabili a tutte le lavorazioni dei cibi.

Nata a Torre del Greco in provincia di Napoli il 24 settembre 1990, dopo il diploma al Liceo delle Scienze sociali la mia istruzione ha subito una virata verso la Facoltà di Economia, che ho abbandonato a 6 esami dalla laurea, ma che prima o poi finirò. Amante della scrittura e della lettura, ho intrapreso la mia carriera da Copywriter quando aspettavo il mio gioiello Lorenzo Maria e da allora non ho fatto altro che studiare e migliorare nel mio campo.

Back to top
menu
miglioripianicottura.it