Come si usa un piano di cottura portatile: info utilizzo e collocazione

I piani di cottura portatili sono il giusto compromesso per chi ha poco spazio, ha bisogno di ottimizzare ogni singolo centimetro, ma anche per tutti coloro che hanno bisogno di una piastra extra da affianca all’utilizzo del classico piano cottura o vuole inserirlo nella cucina della propria casa vacanze, il camper e perchè no? Anche nel proprio locale se vuole implementare la sua produzione.

Ma come si sceglie e si utilizza un piano cottura portatile?

Perchè utilizzare un piano cottura portatile?

I piani cottura portatili possono essere a gas, elettrici, in vetro ceramica e a induzione. Nonostante siano portatili e possano quindi essere posizionate ovunque, in esse non mancano le caratteristiche dei classici piani cottura. Per la scelta non è sufficiente pensare esclusivamente al prezzo, ma occorre prendere in considerazione altri aspetti.

Vuoi cucinare all’aperto? Probabilmente un piano cottura portatile potrebbe essere la scelta giusta per te, invece di ripiegare su un barbecue che risulta anche più difficile da utilizzare. In commercio potrai trovare dei piani cottura ad hoc, per la cottura all’aperto.

Le caratteristiche di un piano cottura portatile sono:

  • dimensioni ridotte;
  • pulizia semplice;
  • libertà di istallazione

In sostanza un piano cottura portatile deve permettere di godere di tutti i vantaggi di un piano cottura tradizionale, ma inoltre deve permettere una certa libertà per quel che riguarda l’istallazione.

Piano di cottura a induzione portatili

I piani cottura portatili a induzione sono quelli più diffusi anche a livello professionale. Non manca infatti di trovarne anche nei laboratori di bar e rosticcerie per implementare la loro produzione ed offrire ai propri clienti un prodotto sempre nuovo. Si compongono di una piastra in vetroceramica a induzione che viene alimentata dalla corrente elettrica. Nel caso in cui si scelgano dei piani a induzione portatili compatti, essi presenteranno un’unica posizione di cottura, altre invece ne offrono 2 o anche 3 a volte.

Queste piastre possono essere utilizzate all’aperto e permettono cucinare qualsiasi tipologia di pietanza. La cottura è piuttosto veloce, esattamente come succede per i classici piani ad induzione e il calore si concentra nella zona di cottura, dove viene poggiato il recipiente, quindi la superficie che la circonda resterà fredda evitando il rischio di ustioni. I piani ad induzione portatili sono tutti estremamente belli da vedere ecco perchè spesso vengono utilizzati anche nelle abitazioni provate per avere una posizione di cottura extra.

Quando ci si appresta ad acquistare un piastra di questo genere occorre prestare molta attenzione all’assorbimento energetico. Se questo fosse eccessivamente alto non sarebbe possibile utilizzare la piastra insieme ad altri elettrodomestici e questo la renderebbe quasi inutile.

I prezzi di questi piani cottura portatili sono piuttosto economici, si parla di poche decine di euro fino ad arrivare a poco più di 100 euro. Quindi non è una spesa eccessiva, inoltre questi apparecchi sono in grado di ripagarsi da soli, grazie al risparmio di tempo. Dovrai solo scegliere quello che in base alle tue esigenze si addice meglio all’utilizzo che ne farai.

Non dimenticare che se vuoi utilizzare il piano per la tua attività ce ne sono alcune che sono professionali che hanno un consumo maggiore di energia ma cuociono in pochissimo tempo.

Piani di cottura portatili a gas

Non manca la possibilità di acquistare dei piani cottura portatili a gas, potrai trovarne di diverse misure, con un diverso numero di fuochi che possono essere 1 ma anche 4 a seconda del modello che sceglierai. Si tratta di piani cottura estremamente compatti, leggeri da spostare al bisogno e che hanno il bisogno di essere collegati sia all’energia elettrica che al gas.

La scelta perfetta per chi vive in appartamenti estremamente piccoli, in quanto possono essere anche conservati all’interno di un mobile, in modo tale che si possa disporre di un piano di appoggio supplementare. Ciò che dovrai fare dopo l’utilizzo sarà solo pulirlo e posizionarlo dove hai lo spazio per conservarlo.

I migliori di questi piani sono in acciaio inox, prodotto per durare nel tempo, peccato non sempre facile da pulire considerando che spesso l’acciaio rimane con degli aloni. L’importante è utilizzare sempre dei prodotti specifici che non solo tolgano le macchie ma lucidino la superficie.

Piano di cottura portatile con piastre elettriche

I piani cottura portatili dotati di piastre elettriche sono quelli più economici, ma anche quelle che hanno un consumo energetico maggiore. Si tratta dei prodotti che sono in commercio da più tempo, si possono avere con un minimo investimento e si hanno a disposizione dei prodotti davvero ottimi.

Anche in questo caso, si possono avere piani cottura con 1 piastra ma anche con più posizioni di cottura. Si consiglia di utilizzare questi piani cottura portatili sono nel caso in cui se ne faccia un uso sporadico, ad esempio in caso di emergenza, per le case in campagna, per i camper e altre occasioni. Se ne sconsiglia l’acquisto a livello professionale ed utilizzo massivo.

Nata a Torre del Greco in provincia di Napoli il 24 settembre 1990, dopo il diploma al Liceo delle Scienze sociali la mia istruzione ha subito una virata verso la Facoltà di Economia, che ho abbandonato a 6 esami dalla laurea, ma che prima o poi finirò. Amante della scrittura e della lettura, ho intrapreso la mia carriera da Copywriter quando aspettavo il mio gioiello Lorenzo Maria e da allora non ho fatto altro che studiare e migliorare nel mio campo.

Back to top
menu
miglioripianicottura.it